Ottobre, 2022

15Ott8:3019:00Naturando - Monte Roccone e i laghi glacialiVal Nure8:30 - 19:00

Dettagli

Il percorso inizia dall’abitato di Canadello, imboccando una larga carraia che porta ad immergersi in un’area caratterizzata da una grande varietà di habitat, dai rilievi ofiolitici alle zone boscate, alternate a pascoli e brughiere. Si segue il percorso per circa 4km di lunghezza e 330m di dislivello, con possibilità di scelta di rimanere sulla comoda carraia, più adatta ai bambini, oppure abbreviare i tornanti imboccando il più diretto sentiero CAI 021, arrivando al corso del ruscello che rappresenta l’immissario del Lago Lungo, uno specchio d’acqua stagionale dalla caratteristica forma allungata. Proseguendo nel bosco si incontrano altri 3 laghetti, senza nome, ma ricchi di vegetazione palustre. Dopo 6,5km dalla partenza si esce dal bosco abbandonando il piccolo ruscello che segna questa parte del percorso. Accompagnati dal suono del picchio, che spesso si fa sentire in questa zona, ci si inerpica su una decisa salita che porta a 1300m di quota tra cespugli bassi e alberelli radi, raggiungendo una bellissima radura che ospita il successivo lago. Si sale ancora per 5 minuti raggiungendo una piccola sella che porta a scendere in vista dell’ultimo laghetto ai piedi del monte Megna, per poi rientrare nel bosco sbucando a metà escursione su una carraia che si imbocca verso sinistra, raggiungendo quasi i 1400m di quota. Dopo 500m si incontra un cancello che delimita i pascoli alti, da aprire e richiudere come indica il cartello, dove si incrocia il vecchio sentiero 033 decaduto a causa di una frana nell’alluvione del 2015, ormai convertito in MP (marcia delle Pianazze). A questo punto si giunge in vista della torbiera di Pramollo e del Roccone. Al km 8,5 si abbandona il sentiero affrontando la breve ma intensa salita al Roccone, unico punto panoramico che ci permette di ammirare contemporaneamente le 3 aree umide principali dell’escursione: Pramollo, Lago Bino e Lago Moo. Una volta scesi, si riprende il sentiero che costeggia tutto il Pramollo e le sue brughiere, fino ad arrivare in prossimità del Lago Bino. Nella zona circostante il lago si trova una sorgente d’acqua, in prossimità della quale sono stanziati tavoli fissi adibiti ad area ristoro. Terminata la visita al Lago Bino si riprende il sentiero 021 in direzione lago Moo. Dopo 500m si sceglie se proseguire dritti sulla larga carraia oppure continuare a seguire lo 021 svoltando a sinistra, inoltrandosi tra bosco e prateria di quota, dove si incontrerà una sorgente ristrutturata da poco. Ancora 500m e si arriva all’ultima tappa dell’intero percorso, il lago Moo. Al limite nord-ovest della larga area occupata dal lago, si imbocca l’ampio sentiero che riporta al punto di partenza.

Tipologia di escursione E
Durata 6 ore
Dislivello 830 D+
Distanza 14,5 km

Indicazioni operative

– Per raggiungere il punto di ritrovo, si percorre da Piacenza, la SP654 lungo la Val Nure passando da Ponte dell’Olio, Bettola, Farini, fino a Ferriere. Poco prima del ponte sul torrente Nure si svolta a sinistra in direzione Canadello (via Marconi, poi strada Rocconi) in prossimità del bar pizzeria Barbara.
– Si prosegue per 3 km, si ignora a sinistra il cartello di ingresso nel paese di Canadello e alla fine del paese si troverà sulla sinistra una strada sterrata con un cartello marrone “Laghi Moo e Bino”, dove si potrà parcheggiare le auto.

Attrezzatura

o Pantaloni lunghi (ghette consigliate)
o mantella impermeabile/giacca a vento e/o guscio
o scarponi da trekking
o bastoncini
o borraccia (2 punti acqua solo dopo metà percorso)
o pranzo al sacco

Costo

GRATIS Per i non soci sovrapprezzo di € 12,00 al giorno per la quota assicurativa

Temine iscrizione

Entro e non oltre il 22/09/2022

Ora

(Sabato) 8:30 - 19:00

Organizzatore

Escursionismo 3Edoardo Pinotti: 370-3255164 escursionismo@caipiacenza.it

X